Portale dell'Archivio Sardo di Pietro Sassu

Archivio Sardo di Pietro Sassu
Il database contiene materiali riguardanti le ricerche etnomusicologiche che Pietro Sassu ha svolto in Sardegna a partire dall’inizio degli Anni Sessanta del Novecento.
[Vai al sito dell'archivio di Pietro Sassu]

Biblioteca

La Biblioteca – che conta circa 12.000 unità librarie – si è sviluppata intorno al nucleo della raccolta della Dr. phil. Emilia Dahnk Baroffio – filologa romanza e musicologa – ed è stata incrementata con da parte dei coniugi Prof. Dr. Giacomo Baroffio e Dr. M° Eun Ju Kim. Recentemente sono giunti per acquisto o dono oltre 300 volumi, microfilms e CD/DVD. Tra i donatori: la Biblioteca del Seminario di Freising, la casa editrice LIM di Lucca, l'abbazia di Vallombrosa e singole persone (Nino Albarosa, Ferdinando Dell'Oro. Johannes Drumbl, Marco Gozzi, David Hiley, Frans Kok, Francesca Manzari, Angelo Rosso, Manlio Sodi ...).

Curatori attuali sono il Prof. Baroffio e la Dr. Kim.

La biblioteca occupa oggi tre stanze della casa di Donna Caterina (studio, sala consultazione, deposito).

La collezione dei libri è mirata alla ricerca interdisciplinare e ha come peculiare finalità la documentazione e la ricerca delle fonti liturgiche delle Chiese latine.

Il materiale è organizzato in settori. I principali sono l'ebraismo, la storia della Chiesa e delle comunità cristiane in Europa, la storia della liturgia e della sua musica, le fonti manoscritte liturgiche prodotte e/o utilizzate in Italia, la storia della musica e del teatro medievale. Non mancano alcune riviste specializzate.

Tra le opere di pregio e di maggior consultazione – oltre ai dizionari enciclopedici come "Die Musik in Geschichte und Gegenwart" e il "New Grove Dictionary of Music and Musicians" – sono disponibili numerosi volumi di prestigiosi (ad esempio, i cataloghi dei manoscritti liturgici presenti in Francia di VICTOR LEROQUAIS) e volumi di alcune importanti collane quali "Corpus Christianorum", "Corpus Consuetudinum Monasticarum", "Henry Bradshaw Society", "Liturgiewissenschaftliche Quellen un Forschungen", "Monumaneta Italiae Liturgica", "Monumantea Liturgica Ecclesiae Augustanae", "Monumenta Monodica Medii Aevi", "Monumenta Studia Instrumenta Patristica", "Musicalia Danubiana", "Spicilegium Friburgense", "Studi e Testi".

Tra le ultime novità sono da menzionare Ars Edendi. Lecture Series. II (2012); Gli artisti e la Bibbia (Milano 2011); Cantus fractus italiano: un'antologia (2012); El Códice de las Huelgas (2001); Codici liturgici musicali del Fondo Manoscritti della Biblioteca Queriniana (2012); I corali benedettini di San Sisto a Piacenza (2011); Un compendio del "Martyrologium Adonis" proveniente dall'abbazia di Novalesa (2012); Dal mondo antico all'universo medievale (Milano 2013); L'evangeliario di papa Chiaramonti. Storia di un codice del secolo XII (2012); I frammenti della Biblioteca Vallicelliana. Studio metodologico sulla catalogazione dei frammenti di codici medievali e sul fenomeno del loro riuso (2012); Graduale Bohemorum. Proprium Sanctorum. Introduction and Edition (2011); Illuminare l'Abruzzo. Codici miniati tra Medioevo e Rinascimento (2012); Index Verborum Vergilianus (1930/1979); Die lombardische Graphik der Renaissance (1913/1075); Mantova, Biblioteca Comunale Teresiana. I manoscritti della serie generale (2012); Manuale di innologia. Introduzione all'innodia dei secoli IV-XVII in Occidente, I: Fonti e strumenti (2012); Musica e liturgia a Montecassino nel medioevo (Roma 2012); Musicae Fragmenta. Sonorità recuperate dai restauri dei protocolli notarili dell'Archivio di Stato di Teramo Secoli XIII-XIV (2012); Das Nibelungenlied in seiner Epoche (1974); Oriens - Occidens (1968/1975); I più antichi codici liturgici della Biblioteca Capitolare di Vwerona (secc. V-XI).Catalogo descrittivo (2012); Quod ore cantas corde credas (Città del Vaticano 2013), Sacramentarium Gregorianum. Concordantia (2012); Text und Bild im Codex 132 der Bibliothek von Montecassino 'Liber Rabani Mauri de originibus rerum' (1984).

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie