Statuto

Tratto dallo Statuto:
"La Fondazione si articola in due sezioni: una sezione si occupa dei canti a più voci della tradizione orale liturgica, paraliturgica e profana, l'altra sezione della storia delle liturgie e della paleografia musicale medievale.
Seguendo queste due linee di ricerca, la Fondazione si propone di valorizzare, tutelare e conservare, sul piano della ricerca storica ed etnomusicologica, il patrimonio della tradizione musicale liturgica e paraliturgica e il repertorio della tradizione musicale a più voci profana della Sardegna e del bacino del Mediterraneo; nello stesso tempo, si propone di promuovere studi e ricerche sulla storia delle liturgie (riti, repertori musicali e libri liturgici), sul canto gregoriano, sulla musica medievale e rinascimentale e sulla paleografia musicale medievale."

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie